domenica 17 maggio 2015

Riflessioni #2: Slow!


13 Maggio 2015 in quel di Parma si è tenuta la serata dedicata al movimento "Slow Cosmétique", una conferenza leggera, di introduzione di un pensiero più profondo e di difficile comprensione per molti.
Slow letteralmente significa lentamente...un invito forse a fermarsi a pensare, ad osservare, a capire...


Slow Food movimento volto a ridare il giusto valore al cibo nel rispetto dell'ambiente, della terra e dei suoi abitanti, di chi produce valorizzando il territorio e le tradizioni locali.

Slow Cosmétique movimento o, forse sarebbe meglio definire, invito a vivere in maniera diversa la propria bellezza.

Ma il movimento "slow" potrebbe anche comprendere il proprio modo di approcciarsi alla vita, ai propri affetti, al lavoro per capire con lucidità e serenità quali sono i giusti valori da far propri e trasmettere, senza essere risucchiati nel vortice del marketing mediatico di cui siamo succubi, a volte consapevolmente ma molto spesso no, dal boom dei consumi degli anni '90 ed inizi anni 2000 che porta strascichi anche in questi anni di profonda crisi economica, facendo leva sulle nostre debolezze.

Il movimento "Slow Cosmétique" parla di liberarsi del brainwashing cosmetico....ma vi siete mai chiesti se non siete succubi di un brainwashing generale, a casa, a lavoro, in palestra, al supermercato....? 
Non vi allertate, non vivete con ansia questo movimento che di base si fonda sui valori e sulla vita semplice che per i nostri avi era la normalità!
Non dico che sia facile rivoluzionare il nostro ambiente, il nostro modo di approcciarci, di scegliere, di fare acquisti, di pensare, ma non credo nemmeno sia difficile o impossibile. richiede solo la voglia di liberarsi dal  peso fisico e mentale che i Grandi ci buttano addosso.
Basta muoversi a piccoli passi, magari partendo dall'argomento che più ci è a cuore.

Io sono partita rivoluzionando la mia alimentazione e il mio modo di essere "sedentaria" all'età di 16 anni, a piccoli passi, con prove e di errori perché negli anni '90 essere vegetariano significa essere un alieno! Forse, inizialmente, per vanità, il tutto era volto ad avere un fisico più bello, tonico, magro all'altezza dei canoni estetici anni '90! Ma con il passare del tempo è giunta la consapevolezza, la conoscenza, e studiando ho ribaltato le necessità, muovendomi verso un benessere a 360° per garantirmi un futuro migliore, per poter rivolgermi, forse peccando di presunzione, sempre meno alla medicina tradizionale!

Piccoli passi...slow!




Ringrazio di cuore Roberta, di Emporio Natura - Bioprofumeria di Parma. e Sébastien Chipot, rappresentante del movimento Slow Cosmétique in Italia, per aver organizzato la prima conferenza, nella speranza che ne organizzano altre più di dettaglio, di approfondimento, in modo che si aiuti coloro che hanno scelto di aprire la mente.

Per vedere le foto dell'evento, clicca qui!

Chiara R.









 

0 commenti: