mercoledì 25 gennaio 2017

#BeautyNews: Pulizia facile e veloce con Palmat - Practk

Foto di Chiara R.

Chi ama truccarsi come me, deve fare i conti con la pulizia dei pennelli. Lavare i pennelli make up è fondamentale sia per la manutenzione degli stessi pennelli sia per la cura della nostra pelle. Sulle setole, oltre al trucco residuo, si accumulano untuosità, batteri presenti sull'epidermide, eventuale polvere. 
Il consiglio è quello di lavare i pennelli make up almeno una volta a settimana, e lasciarli asciugare all'aria, inizialmente a testa in giù e poi su un panno.


Di metodi per lavare i pennelli make up ne esistono diversi, come esistono in vendita diversi strumenti volti a velocizzare questa operazione. 

Per voi, ho deciso di mettere alla prova il "Palmat" di Practk.



Il Palmat è realizzato in silicone di alta qualità, lo si può utilizzare indossato sul palmo della mano (destra o sinistra è indifferente) o appoggiato sul bordo del lavandino, grazie alle ventose. Il Palmat è costituito da due superfici circolari con zigrinature di forma e dimensioni differenti, ottime per sfregare con delicatezza ogni genere di pennello (pennello occhi o labbra o viso, pennello a setole corte o a setole lunghe, pennello a setole compatte, pennello a setole naturali o sintetiche).

Come noterete dal video, il Palmat rende facile e veloce la pulizia dei pennelli, precedentemente lasciati in ammollo in acqua calda con sapone neutro (solo l'area delle setole e non oltre per evitare che esse si scollino dal corpo del pennello), per 2-3 minuti circa.
Con il Palmat ho notato un minor consumo di acqua e sapone, e in meno di 10 minuti l'operazione si conclude, ottenendo pennelli perfettamente puliti. 

Il Palmat di Practk nasce dalle menti geniali di Simene Xavier e Rene Xavier, menti del prestigioso marchio internazionale, Sigma Beauty. Il loro obiettivo è creare prodotti di altissima qualità e funzionali, e credo che con questo piccolo e semplice strumento abbiamo raggiunto uno dei loro obiettivi, e reso felici moltissime donne.

Chiara R.




0 commenti: